Martedì 7 dicembre 2021 – FESTIVAL XIV EDIZIONE

admin0 Comments

Biglietto Gratuito

In Vendita 
05/12/2021

  • 07/12/2021
    21:00 - 23:00
SECONDO CONCERTO
 

Martedì 7 dicembre 2021 ore 21.00  

Roma, Chiesa di Santo Stefano del Cacco
Claudio Rado, violino barocco
Caballero Perez, clavicembalo
I due rivali. Memorie dall’incontro di
Pisendel e Veracini alla Corte di Dresda

Nel 1694, fu eletto principe elettore di Sassonia Federico Augusto II, detto “Il Forte”, che rese Dresda una delle corti più pompose e opulente d’Europa.
Il re si circondò inoltre di alcuni dei migliori musicisti dell’epoca, tra le quali due eccezionali star del violino dell’epoca: Francesco Maria Veracini e Johann Georg Pisendel, il primo impiegato come virtuoso di corte e compositore da camera, il secondo come stimato Konzertmeister dell’orchestra.
Nell’agosto del 1717, Veracini e Pisendel si incontrarono a corte. L’incontro si rivelò così drammatico che Veracini, più di 40 anni dopo, espresse ancora rancore e risentimento al riguardo nel suo trattato ‘Il Trionfo della pratica musicale’.
Il programma vuole ricreare l’atmosfera di fermento artistico e personale che derivava dalla coesistenza di due simili personalità nello stesso ambiente: lo stile bizzarro e imprevedibile di Veracini da un lato, la complessità e la densità armonica di Pisendel, ma comunque piena di Coups de théatre, dall’altro.
Proviamo ad immaginare, nel concerto di questa sera, i due violinisti che si alternano per accattivarsi il favore del pubblico su uno dei principali palcoscenici d’Europa…

 

(attribuito) Johann Georg Pisendel (1687-1755)
Sonata in Sol minore per Violino e basso continuo
(Königl. Priv.-Musikaliensammlung, Dresda)
Adagio – (senza indicazione di tempo) – Adagio -Giga

Francesco Maria Veracini (1690-1768)
Sonata in Mi minore per Violino e basso continuo n. VI Op. I
(Dresda, 1721)
Fantasia, Largo – Allegro assai – Alemanda – Larghetto – Pastorale – Adagio -Giga – Allegro

Johann Georg Pisendel
Sonata in Re maggiore per Violino e basso continuo
(Königl. Priv.-Musikaliensammlung, Dresda)
Allegro – Larghetto – Allegro

Francesco Maria Veracini
Capriccio
dalla Sonata in Fa maggiore per Violino e basso continuo n. XII Op. I

Claudio Rado nasce a Treviso nel 1990 e si diploma brillantemente presso il conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto, sotto la guida di Giorgio Fava. Ammesso al corso triennale di perfezionamento nella classe di Sonig Tchakerian presso l’Accademia di Santa Cecilia a Roma, viene selezionato per eseguire Ballade di E. Ysaye per Violino Solo al Parco della Musica.
Frequenta un Master’s Degree al Boston Conservatory (2014) e un altro alla Schola Cantorum Basiliensis (2019), quest’ultimo in Violino Barocco, sotto la guida della Prof.ssa Leila Schayegh.
Con il Duo Echos, viene ammesso alla Scuola Trio di Trieste (Duino), accademia specializzata nel perfezionamento della musica da camera, con la quale si esibisce in diretta radiofonica presso l’Auditorium della Sede RAI di Trieste.
Numerose le collaborazioni con alcuni dei più famosi artisti ed ensemble internazionali di musica barocca, tra cui: I Sonatori de la Gioiosa Marca, Venice Baroque Orchestra, Il Pomo d’Oro, La Cetra Orchester, Andrea Marcon, Stefano Montanari, Vivica Genaux, Lars Ulrich Mortensen, Roy Goodman, Alfredo Bernardini, Michael Radulescu, Dorothee Oberlinger, Dmitry Sinkovsky.
Si è esibito in alcune delle più prestigiose sale da concerto al mondo: Carnegie Hall, Walt Disney Hall, Kennedy Center, Barbican Center, BOZAR, Théatre des Champs-Elysées, Berliner Philarmonie, Teatro Colon, Sala Sao Paulo, Teatro “La Fenice”. Selezionato dall’EUBO (Orchestra Barocca dell’Unione Europea) per l’Eubo Tour 2016-2017 si è esibito, anche in qualità di prima parte e concertino, in Inghilterra, Germania, Lussemburgo, Italia, Belgio, Croazia, Malta, Romania. 

Julio Caballero Pérez è nato nel 1995 a Granada (Spagna) e ha iniziato a studiare pianoforte all’età di nove anni. Trasferitosi a Madrid per studiare con la pianista Carmen Deleito, ha vinto il Concorso di musica da camera di Ávila, è stato finalista al Concorso internazionale Antón García Abril e ha preso parte al programma Young Talents dell’Associazione Davidsbuendler. Ha ricevuto una borsa di studio e ha suonato come solista con l’orchestra della Fondazione Katarina Gurska.
A 16 anni ha iniziato gli studi di clavicembalo con Denise de La-Herrán Sabik, continuando a studiare pianoforte con Eldar Nebolsin (Musikhochschule Hanns Eisler Berlin) e Claudio Martínez Mehner (Basel Musikhochschule). Nel 2013 è stato ammesso alla Hochschule der Künste Bern per studiare clavicembalo con Dirk Börner. Dal 2015 studia alla Schola Cantorum Basiliensis con Jesper Christensen. L’ensemble El Gran Teatro del Mundo, di cui è membro fondatore, è stato selezionato per la Young Artists Presentation (Anversa) e per i concerti collaterali dei festival di musica antica di Utrecht e L’Aia. Altri tre membri dell’ensemble erano anche membri dell’EUBO.
Julio Caballero Pérez ha ricevuto lezioni da musicisti come Amandine Beyer, Michael Form, Paolo Pandolfo, Katharina Arfken, Dirk Börner, Juan Manuel Quintana, Andreas Staier e Alfredo Bernardini.
L’ingresso ai concerti sarà possibile solo con un valido certificato Covid e documento d’identità.

Lascia un commento