Martedì 14 dicembre 2021 – FESTIVAL XIV EDIZIONE

admin0 Comments

  • 14/12/2021
    21:00 - 23:00
SETTIMO CONCERTO
 

Martedì 14 dicembre 2021 ore 21.00  
Roma, Chiesa di Santo Stefano del Cacco
L’eredità di Corelli. 
Le Sonate per violino di Antonio Montanari e Giovanni Mossi

Ensemble Anima&Corpo
Gabriele Pro, violino barocco
Maria Calvo, violoncello
Simone Vallerotonda, arciliuto
Cristiano Gaudio, clavicembalo

Sul finire del Seicento a Roma la produzione di musica strumentale manifesta un rinnovato atteggiamento organizzativo ed esecutivo, caratterizzato fondamentalmente dalla contrapposizione e dalla collaborazione di elementi indipendenti ed eterogenei tali da stravolgere l’originario assetto vissuto fino a quel momento.
Autore di questo cambiamento fu Arcangelo Corelli, che divenne negli ultimi 30 anni del ‘600 fino alla morte (1713) un punto di riferimento per i musicisti italiani ed europei. Fra i musicisti che seguirono i suoi insegnamenti si annoverano Antonio Maria Montanari e Giovanni Mossi. La loro presenza si riscontra nelle liste di pagamento degli strumentisti assunti per la prima della Resurrezione dei G.F. Haendel nel 1708, inoltre collaborarono insieme con il violoncellista Domenico Ghirlarducci, dando vita al “concertino” dell’orchestra al servizio delle produzioni musicali finanziate dal cardinal Ottoboni tra il 1733 e il 1737.

 

Arcangelo Corelli (1653 – 1713)
Sonata X op. V in Fa Maggiore per violino e b.c.
Preludio – Allemanda – Sarabanda – Gavotta – Giga

Giovanni Mossi (1680 – 1742)
Sonata IV op. VI in Re minore per violino e b.c.
Cantabile – Allegro moderato – Sarabanda – Giga – Minuet

Antonio Maria Montanari (1676 – 1742)
Sonata in Mi minore per violino e b.c.
Largo – [Allegro] –[Allegro]

Giovanni Mossi
Sonata V op. VI in Mi Maggiore per violino e b.c.
Adagio Cantabile – Allegro moderato – Sarabanda – Giga – Minuet

Antonio Maria Montanari
Sonata in Re minore per violino e b.c.
Adagio – Allegro – Adagio – Giga senza basso

Giovanni Mossi
Sonata VI op. V in Sol minore per violino e b.c.
Adagio – Allegro – Siciliana – Allegro moderato

 

L’ensemble italiano Anima&Corpo nasce con l’intento di diffondere e riscoprire i tesori musicali della musica vocale e strumentale dal XVII al XVIII secolo con uno sguardo ai repertori eseguiti meno di frequente e tenendo presente i contesti artistici e culturali in cui i compositori hanno operato. Fondato nel 2015 da Gabriele Pro, l’ensemble si è già fatto apprezzare partecipando ai festival di musica antica, tra cui: i Concerti di Euterpe – L’Aquila; Vespri d’organo a Cristo Re – Pesaro; Konzert Opera Festival Florence x Firenze; il Festival di Urbino Musica Antica 2018, la stagione concertistica dell’associazione Gli Archi del Cherubino – L’Aquila; la stagione concertistica dell’associazione Archetipa Ottava –Roma; Festival Oude Musik Utrecht Fringe, La Società della Musica e del Teatro “P. Riccitelli”. L’ensemble è stato premiato al Concorso Internazionale di Musica Antica M. Pratola – L’Aquila. Anima&Corpo, inoltre, è andato in onda nella trasmissione CONTINUO per la radio canadese CKRL. I componenti dell’ensemble hanno al loro attivo un’intensa attivitàconcertistica in Italia e all’estero e svolgono regolarmente attività concertistica come solisti e come componenti di altre formazioni specializzate nella musica antica.

 

Gabriele Pro Nato a Roma nel 1997. All’età di 6 anni intraprende lo studio del violino con Judith Hamza e a 18 anni si diploma brillantemente presso il Conservatorio A. Casella dell’Aquila. Ben presto l’interesse per il repertorio antico lo porta a specializzarsi nelle esecuzioni storicamente informate, seguendo corsi e masterclass con maestri di fama internazionale tra cui: Giuliano Carmignola, Riccardo Minasi, Leila Shayegh. Nel 2019 consegue il diploma accademico di II livello in violino barocco con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore sotto la guida di Enrico Onofri presso il Conservatorio di Musica “A. Scarlatti” di Palermo. La sua attività concertistica lo ha condotto ad esibirsi come solista o in ruoli di prime parti in numerosi festival e stagioni concertistiche d’Europa e USA: Resonanzen Wien, Tage Alter Musik – Herne, Muziekcentrum De Bijloke – Gent, Aequinox Festival, Centro Cultural de Belém – Lisbona, Filarmonica Romana, I Pomeriggi Musicali – Teatro dal Verme di Milano, Teatro Massimo – Palermo, Festival Monteverdi – Cremona, Pavia Barocca, Società dei Concerti “B.Barattelli” – L’Aquila, suonando con: Le Concert des Nations, Venice Baroque Orchestra, Concerto Romano, Ensemble Mare Nostrum, Aquila Altera ensemble, Amici Veneziani. Ha collaborato ed è stato diretto da musicisti di fama internazionale, quali Jordi Savall, Enrico Onofri, Antonio Florio, Alessandro Quarta, Andrea De Carlo, Simone Kermes, esibendosi in importanti sale da concerto, quali: Carnegie Hall, Berliner Philharmonie, Philharmonie de Paris, Wiener Konzerthaus, L’Auditori Barcelona, Elbphilharmonie Hamburg, Teatro Massimo di Palermo, Teatro dal Verme. Nel 2018 è risultato vincitore della XIII ed. del Premio Nazionale delle Arti per la categoria musica antica, e per la stagione 2018/19 è primo violino dell’Orchestra Nazionale Barocca. Ha inciso per Sony, Arcana, Tactus, e per le radio RAI, ORF, WDR. Suona un violino barocco costruito nel 2018 a Ravenna da Marco Minnozzi.

 

L’ingresso ai concerti sarà possibile solo con un valido certificato Covid e documento d’identità.

Lascia un commento