Domenica 12 dicembre 2021 – FESTIVAL XIV EDIZIONE

admin0 Comments

  • 12/12/2021
    21:00 - 23:00
SESTO CONCERTO
 

Domenica 12 dicembre 2021 ore 21.00  

Roma, Chiesa di Santo Stefano del Cacco
Le Sonate per violino di A. Vivaldi per il Card. Ottoboni
L’Arte dell’Arco
Federico Guglielmo, violino barocco
Roberto Loreggian, clavicembalo
 
 

Antonio Vivaldi (1678 – 1741)

Sonata in re minore per violino e basso RV 12
Preludio – Largo – Corrente – Allegro
Giga – Allegro – Gavotta – Presto

Sonata in sol minore per violino e basso 757
Preludio – Largo – Allemanda – Allegro
Sarabanda – Grave – Corrente – Allegro

Sonata in Do maggiore per violino e basso RV 745
Preludio – Largo – Allemanda – Allegro
Sarabanda – Largo – Corrente – Allegro

Sonata in Sol maggiore per violino e basso RV 22
Preludio – Andante – Allemanda – Allegro
Andante – Corrente – Allegro

Sonata in do minore per violino e basso  RV 6
Preludio – Andante – Corrente – Allegro
Grave – Allemanda – Allegro

Sonata in Re maggiore per violino e basso RV 755
Preludio – Andante – Corrente, – Allegro
Andante – Corrente – Allegro

 

L’Arte dell’Arco. Fondato nel 1994 da Giovanni e Federico Guglielmo, l’ensemble annovera tra le sue fila alcuni dei più stimati musicisti italiani specializzatisi nell’esecuzione filologica su strumenti antichi. Nella sua pluriennale attività concertistica e discografica il complesso ha collaborato con celebri interpreti quali Christopher Hogwood (direttore ospite sin dal 1997), Gustav Leonhardt, Michala Petri, Pieter Wispelwey, Sigiswald Kuijken e Bob van Asperen, segnalandosi in particolare per la stupefacente prolificità in sala di registrazione: prodotti maggiori sono stati l’integrale dei Concerti di Tartini, completata nel 2012, e l’incisione delle opere a stampa edite da Vivaldi per conto della Brilliant Classics.
Gratificata a più riprese dai riconoscimenti tributatele dalla critica musicologica e dalle riviste di settore, la compagine si dedica alla riscoperta e rivalutazione del variegato repertorio barocco interpretato attraverso un organico variabile per dimensioni e spessore timbrico che esplora con attenzione precipua la produzione veneziana e il melodramma del primo Settecento.

 

Nato a Padova nel 1968, Federico Guglielmo ha iniziato lo studio del violino sotto la guida del padre, diplomandosi, diciottenne, al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia nella classe di Giuliano Carmignola; si è poi perfezionato per quattro anni all’Accademia Stauffer di Cremona sotto la guida di Salvatore Accardo ed ha successivamente seguito le masterclasses di violino con Stefan Gheorghiu, Vladimir Spivakov, Isaac Stern, e di musica da camera con il Beaux Arts Trio, il Trio di Trieste (Accademia Musicale Chigiana di Siena), membri del Quartetto Amadeus, Quartetto Italiano e del Quartetto La Salle e i corsi di direzione d’orchestra con Gianluigi Gelmetti.
A soli 22 anni la vittoria del 1º Premio al Concorso Internazionale “Vittorio Gui” di Firenze lancia la sua carriera a livello internazionale; nello stesso anno, vincendo il concorso nazionale a cattedre, diviene il più giovane docente titolare in un Conservatorio italiano. Da allora ha insegnato nei conservatori di Foggia e Firenze ed è attualmente titolare della cattedra di musica d’insieme per strumenti ad arco (quartetto) al Conservatorio Francesco Venezze di Rovigo, dove tiene anche corsi di violino e violino barocco.
Come solista (violino barocco/classico) e direttore tiene concerti in tutto il mondo. La storica The Academy of Ancient Music (Londra), la Handel & Haydn Society (Boston), l’Australian Brandenburg Orchestra (Sydney) sono solo alcune delle orchestra che lo hanno ospitato.
 
 
Roberto Loreggian, dopo aver conseguito, col massimo dei voti, il diploma in organo e in clavicembalo, si è perfezionato presso il Conservatorio di L’ Aja (NL) sotto la guida di Ton Koopman.
La sua attività lo ha portato ad esibirsi nelle sale più importanti: Parco della Musica (Roma), Sala Verdi (Milano), Hercules saal (Monaco di Baviera), Teatro Colon (Buenos Aires), Kioi Hall (Tokyo) e per i più importanti festival: MITO SettembreMusica, Sagra Malatestiana, Festival Pergolesi Spontini, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Serate Musicali… collaborando sia in veste di solista che di accompagnatore con numerosi solisti ed orchestre (Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra da camera di Mantova, Orchestra di Padova e del Veneto, I Virtuosi Italiani, L’arte dell’Arco, I Barocchisti).
Ha registrato numerosi CD per case discografiche quali Chandos, Brilliant, Harmonia Mundi, Decca, Tactus e Arts … segnalati dalla critica internazionale. Ha registrato l’integrale della musica di Girolamo Frescobaldi per l’etichetta Brilliant, il I volume della quale si è aggiudicato il “Premio Nazionale del Disco Classico 2009”, e per la stessa etichetta (in due cofanetti) l’integrale della musica per tastiera di Andrea e Giovanni Gabrieli, l’integrale dei concerti per clavicembalo e archi di B. Galuppi e alcuni CD per clavicembalo dedicati a Haendel e Telemann.
Le registrazioni dedicate alla musica per clavicembalo di Bernardo Pasquini (Chandos-Chaconne) e di Giovan Battista Ferrini (Tactus) sono risultati vincitori del “Preis der deutschen Schallplattenkritik”.
Insegna presso il Conservatorio “C. Pollini” di Padova.

L’ingresso ai concerti sarà possibile solo con un valido certificato Covid e documento d’identità.

Sede:  

Indirizzo:
Roma, Lazio

Lascia un commento